fbpx
Blog
Home Blog Reiki: respirazione consapevole, come potenziare la tua energia vitale in 7 minuti al giorno

Reiki: respirazione consapevole, come potenziare la tua energia vitale in 7 minuti al giorno

La salute ha la sua fonte al di fuori della medicina. Dipende dall’osservanza di leggi immutabili. La malattia è la conseguenza della direzione di queste leggi. Chi aspira a diventare padrone di sé, sarà un adepto della respirazione profonda.

L’aria che respiriamo contiene il combustibile di cui ci serviamo in ogni istante della vita per portare energia a miliardi di cellule. Inoltre, contiene proprietà chimiche che ripuliscono il nostro corpo e rinnovano le cellule nervose ed organiche. Purtroppo, quasi tutti respiriamo in modo automatico, superficiale, senza conoscere l’importanza della respirazione.

Dal momento che viviamo sempre di più al chiuso, utilizziamo pochissimo la funzione respiratoria e il risultato è che siamo stanchi, manchiamo di concentrazione e la memoria diminuisce, soffriamo di stress, nervosismo e a volte anche di angoscia e depressione, perché l’irrorazione sanguigna del cervello si è ridotta e il sangue non è abbastanza carico di ossigeno per eliminare le tossine prodotte dal lavoro celebrale. Pensiamo a quello che accade in una classe troppo riscaldata: gli studenti si addormentano. Basterà aprire le finestre per vederli rinvigoriti.

Pensiamo anche alle grandi città in cui l’inquinamento impone una riduzione della funzione respiratoria: si osserva un aumento di stress, nervosismo e depressione maggiore di quanto avviene nelle zone di campagna e di montagna, perché l’aria che respiriamo non contiene soltanto ossigeno, ma anche l’energia della vita, chiamata forza vitale o prana. È da questa forza vitale che dipendono la nostra salute, la resistenza e il benessere.

L’uso consapevole del respiro può quindi trasformare radicalmente lo stato emotivo o una condizione fisica spiacevole, purificare in profondità la mente rigenerare l’energia vitale e aumentare la capacità di recupero dell’organismo. Il respiro è l’unica nostra funzione vegetativa autonoma che può essere cambiata in base alla volontà.

Ogni tua singola emozione determina un modo specifico di respirare. Ogni volta che sei consapevole del tuo respiro diventi anche assolutamente presente a te stesso. Respiriamo circa 21.600 volte in un giorno. Ogni singolo respiro alimenta la combustione di ossigeno e di glucosio e produce l’energia necessaria a ogni processo vitale, sia fisico che mentale che emozionale. Il cervello, tra i nostri organi, è quello che consuma più glucosio e più ossigeno.

Ecco i vantaggi di una buona respirazione:

– acquieta il sistema nervoso perché il prana agisce direttamente sul plesso solare, il centro delle emozioni e dei desideri, confermandoci il controllo di emozioni quali il timore, la collera, la timidezza e la paura.

– aiuta a sentirci più sicuri di noi stessi, con l’effetto di aumentare l’autofiducia.

– aumenta la nostra resistenza nei confronti della malattia.

– conserva la vitalità e la giovinezza più a lungo; di conseguenza la pelle e i tessuti invecchiano più lentamente.

– conferisce una maggiore calma interiore, dischiudendoci le vie della coscienza.

La qualità della nostra vita è influenzata profondamente dal tipo di respirazione che adottiamo, sia per salute sia per durata. Non a caso gli animali più longevi (elefanti, tartarughe) hanno un ritmo di respirazione molto più lento rispetto al nostro.

Il respiro corto, veloce e toracico (il più diffuso nello stile di vita occidentale) utilizza solo in minima parte la capacità polmonare e viene considerato scorretto e nocivo perché riduce le quantità di ossigeno e di forza vitale.

Come si fa la respirazione profonda? Si può fare in piedi, seduti o sdraiati. Io preferisco farla o in piedi o seduta appoggiata allo schienale della sedia bella dritta. Quando è tiepido e caldo la puoi praticare all’aperto oppure apri una finestra e ti metti di fronte.
Consiglio al mattino ma anche la sera prima di dormire. Quindi 10 respiri profondi al mattino e 10 respiri profondi la sera.

Inspiri l’aria attraverso le narici riempiendo la parte inferiore dei polmoni e aprendo il diaframma, poi, gradualmente lasci che l’aria gonfi la parte superiore dei polmoni, sollevando leggermente le spalle. Qui fai una piccola pausa per contenere l’aria alcuni secondi. Io solitamente conto fino a 10. Poi espiri lentamente, il più a lungo possibile, a cominciare dalla parte bassa dell’addome. A questo punto fai una seconda pausa prima di ricominciare con la seconda inspirazione.
A questa meditazione puoi accompagnare pensieri e immagini positive come i tuoi sogni già realizzati. Inspiro visualizzando che forza, gioia e armonia che entrano in ogni mia cellula, nutrendola. Quindi mantengo questo stato per alcuni secondi, poi con l’espirazione immagino che tutti i pensieri di disagio da cui desidero separarmi lascino ogni mia cellula. Quando ho terminato sono piena di gratitudine, mi immagino di essere circondata da una bella cupola di luce bianca dalla testa ai piedi, pensando che solo l’amore e la pace possono entrare e uscire da questa cupola. In questo momento invio pensieri di amore e di armonia alle persone che ne hanno bisogno.

Se vuoi migliorare la qualità della vita, prevenire l’insorgere di squilibri e malattie e potenziare la tua energia vitale è necessario prestare attenzione anche al modo in cui respiri. Impara a praticare quotidianamente la respirazione consapevole e ottieni da subito una riduzione dello stress, un miglioramento della funzione immunitaria e dell’umore.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.