Blog
Home 2018 dicembre 16 Blog Solstizio d’inverno il 21 dicembre: il dovere di decidere le tue priorità

Solstizio d’inverno il 21 dicembre: il dovere di decidere le tue priorità

Si nasce e si muore in un lasso di tempo ravvicinato (tra il Natale e la pasqua cristiana che ricorda quanto sia veloce la nostra esistenza per aggiungerci negatività) e mi domando se questa è la tristezza che si avverte in questi giorni in cui si congela simbolicamente l’esistenza, si accoglie e si aiuta a crescere il seme che è in noi e che ha bisogno di terreno fertile per rinascere, cioè quello invernale, difeso dal manto nevoso. Ma c’è un altro modo di vedere le cose, da un’altra prospettiva.
E dal manto nevoso raccolgo la visualizzazione dell’accoglienza di ciò che il cuore difende.

La tua sensibilità, la tua magia, il tuo giardino d’inverno che ti protegge con le sue vetrate dalla nebbia, dalla confusione, dall’eterna corsa a realizzare la vita che poi alla fine vita è, ma non sostanziale, non reale, non motivata. Il senso di precarietà dell’esistenza e la necessità di essere ben piantati per terra in un equilibrio necessario al proprio sostentamento e a quello altrui, li leggo nell’archetipo del segno del Capricorno che in maniera forte e decisa prende in mano quel seme che nasconde il manto nevoso e lo protegge fino ad immolarsi.

Forse eccessivamente come se fosse investito da un impegno difficilmente compatibile con la nostra vera natura libera che vola verso una luce leggera.
Non siamo nati per soffrire ma per ambire alla libertà, alla leggerezza, al contatto con questa meravigliosa natura che non ha bisogno di apparire perché è!
Senza fronzoli senza interlocutori furbi, senza ostentazione. Riesce ad abbigliarsi per ciò che è ed apparire sempre nel suo splendore cromatico che lascia spazio anche alla nostra immaginazione visiva cogliendo particolari che ci rimangono impressi.

Questo è il grande regalo che contribuisce alla nostra creatività. Immaginare significa vivere di belle sensazioni. Il resto sono solo inutili loop mentali.
Questo è il messaggio astrologico di accoglienza del solstizio che pone la Luna in Gemelli il 21 dicembre, come un’ancella curiosa che apre la porta all’Inverno. Che chiede a Nettuno di spannare i vetri dell’in-coscienza per vedere con lucidità ciò che la ferisce. Dimentica e lascia andare. Rinfrescati ma scalda il cuore di chi hai vicino.

Il Solstizio d’Inverno è il momento per eccellenza della trasformazione in tutte le tradizioni culturali ed esoteriche. Il Solstizio d’Inverno cade il 21 dicembre del 2018 precisamente alle 22:22 di sera. È importante specificare la data quando si parla di Solstizio d’Inverno perché quest’ultimo non cade sempre lo stesso giorno, ma oscilla fra il 21 e il 22. Le prime persone sulla Terra sapevano che il percorso del Sole nel cielo, la durata della luce diurna e la posizione dell’alba e del tramonto procede in modo regolare durante tutto l’anno.

Hanno costruito monumenti come Stonehenge in Inghilterra o nel Machu Picchu in Perù per seguire il progresso annuale del grande luminare che ci regala colori e sogni. L’energia e la spinta che diamo a questa energia fa la sua differenza nella nostra coscienza soprattutto nei passaggi che coinvolgono la nostra esistenza legata alla luce. E la stagione, ogni stagione, ci regala una comprensione diversa della luminosità e di cos’è quindi il ciclo di questa esistenza e di cosa ci possiamo aspettare.
Attesa accolta in maniera positiva proprio perché l’aspettativa si trasforma nella sorpresa dell’anima togliendo il suo “peso” di ansia.

Le costellazioni, i segni e i simboli richiedono di essere ascoltati con “con empatia” “con correttezza” senza giudicarli ma accogliendoli nella loro funzione di guida e così come è sempre stato per i grandi o piccoli viaggiatori così lo sono per te nel profondo del cuore. Il Solstizio è un buon momento per ristabilire le tue priorità. Decidi di nuovo ciò che è importante. Calcola che Marte ora nel segno dei Pesci, congiunto a Nettuno, attraversa la dodicesima casa astrologica e risveglia in te la compassione e la tolleranza e scioglie i muri di ghiaccio della tua paura. Niente avviene per caso.

Accendi una candela, tutte quelle che hai preparato per accogliere il Santo Natale, osserva la fiamma e vivi la vita con amore e con profondo desiderio di serenità; lascia andare la morte, sei eterno!!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Contenuto protteto!